lunedì 26 gennaio 2009

Linda ed il crochet.


Colore, idee e bravura: tre voci che caratterizzano queste realizzazioni di Linda, creativa americana.


Questa è la sua interpretazione per scaldare un oggetto freddo e tecnologico come l'I-Pod...


...e questi dei grazioni mini-pull ornamentali (potrebbe essere un'idea per abbellire il prossimo albero di Natale...c'é tutto il tempo per farli...).


E questa è l'immagine che ho trovato sul blog di Rita che segnalava il link. Qui sul web è tutto un passaparola...

16 commenti:

  1. Proprio quello ke mi ci voleva!!! Questa mattina ho fatto una spesa folle di gomitoli di ogni colore, c'era una svendita :D e così ho fatto incetta di lana, e adesso so anke in che modo utilizzarla!
    Grazie mille come sempre e un bacio

    RispondiElimina
  2. bellissimi i maglioncini decorativi!mi è venuta una gran voglia di fare vestitini per le bambole...
    Laura

    RispondiElimina
  3. Ma che simpatici quei maglioncini.
    E' vero sarebbe un'idea carina x le decorazioni dell'albero, ma ora chi ha voglia di pensarci?

    RispondiElimina
  4. i maglioncinii che belli,
    Erre

    ps: ho verniciato comodino

    RispondiElimina
  5. Hello!!!! Non so bene cosa scriverti, ho esaurito le mie velleità letterarie nella mail... Che dici torno domani??? Comunque cuorepallido mi ha fatto ricordare che anche qui dovrebbero essere iniziate le svendite nei miei negozi di filati preferiti, quasi quasi domani... Ma dimmi, come procede con l'hidrosolubile??? Quando mi mostri??? Lo trovi facilmente a Milano??? Quanto costa da voi??? Ah, altra domanda, qui non trovo i mini-pon-pon (i cordoncini, hai in mente?), hai un indirizzo a Milano per caso che così ho la scusa per venirti a trovare???? Sfinita? Baci!

    RispondiElimina
  6. I maglioncini sono meravigliosi e il suggerimento per il natale è geniale...
    Anch'io , come Cuore Pallido ho comprato ancora lana, oggi..
    Non resisto alla tentazione...sto diventando , forse, yarnaholic?????
    hahahahahahahahahahahah

    RispondiElimina
  7. per ora e' color lavanda, non scuro come quello nella foto.. ho gia' un mobile scuro.cosi ho pensato di farlo pu' chiaro, domattina post la foto e non solo di quello, vedrai che cosa ho dipinto con la vernice avanzata...hihihi
    buona serata, io vado a fare le prove di canto e fuori dilivia..Erre

    RispondiElimina
  8. Rispondo alla Fata che mi ha tempestato di domande...e non lo faccio via mail privata, perchè qualcosina può interessare a qualcun'altro.
    Per esempio la "passamaneria a pallini" come la chiamo io.
    Il termine giusto è passamaneria per mantelle (si usava per bordarle tutt'intorno quando si usavano ai tempi di mia nonna!). Sul blog di Simona c'è un post a riguardo, perché da poco lei le vende on-line:

    http://blogdiscrapalbum.blogspot.com/2009/01/passamaneria-piccoli-pon-pon.html

    A Milano, trovo pochissimi colori (da 4 a 6 e quasi tutti tristi).
    A Parigi (praticamente dietro l'angolo) c'é un negozio meraviglioso: La Droguerie
    (www.ladroguerie.com) che ha un assortimento incredibile di almeno 24 colori e si possono acquistare anche soli 10 cm per ogni tinta (poi la commessa provvederà a strangolarvi).
    A novembre in occasione del Salon di Marie Claire Idees, ci andrò. Perché non trovarci tutte li?
    Capitolo Hydrosolubile: quella trasparente la vendono fuori Milano (a Melegnano) con il nome di stabilizzatore. A Milano la trovo in versione carta vegetale ma il risultato è lo stesso, e questo tipo costa 5.00 al mt.
    I miei lavoretti li posterò tra una settimanina compresi di tutorial.
    E non mancherò di ringraziarti per avermi aperto un mondo con l'Hydro-free...non mi fermo più...mi chiedo quest'estate da cosa mi farò rapire...

    RispondiElimina
  9. Elena cara,
    ti rispondo qui perchè capisco che le mie mail non arrivano più a parecchie persone...mannaggia!
    per quanto riguarda il freeform hai capito perfettamente!
    Sei così geniale che ero certa saresti arrivata ad una deduzione"self-made"!!
    ;O)
    Per quanto riguarda il mio affetto per te è immutato ed ho capito perfettamente che hai apprezzato il gesto e so che capisci perfettamente ognuna di noi, sei così sensibile e attenta!
    Sai...sto pensando seriamente a parigi...tutte noi sguinzagliate nella capitale della creatività e dello charme!!!
    Organizziamo una craft-comitiva e strappiamo all'agenzia viaggi il miglior prezzo !!!!!!
    evvaiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  10. Grazie Elenita per le dritte... Che dici, invece che trascinarmi sulle guglie del Duomo di Milano sono io che ti trascino ad arrmpicarti con me sulla tour Eiffel (Parigi è il mio dominio) o a fare su e giù da Montparnasse (quanti gradini...) Grazie per la dritta e la spiegazione sulla passamaneria pom-pon della nonna, adesso seguo il link. Magari metti di nuovo i prezzi e la spigazione di come si chiama in Italia hydrosolubile perché so che tante non l'hanno trovata o l'hanno pagata un occhio della testa!
    Comunque che bella idea la commessa che ci strozza con la passamaneria a pallini, già vedo le nostre tombe al Père Lachaise, la mia con la lapide a forma di Gri-Gri fatta con LA Fimo e la tua tutta in feltro... Brividi anche nell'oltretomba!! Comunque, lasciamo organizzare a Cuore questo evento... Non è un'idea proprio orribile.... Ci si può pensare fino a Novembre... Mah... Che voglia!!!!!! Grazie per tutte le info ed abbi una bella giornata!!!

    RispondiElimina
  11. no no, al crochet non mi converto, mi ci manca solo quello ;P
    anche se ho sottratto a mia madre i suoi uncinetti... non si sa mai ;)

    RispondiElimina
  12. La ringrazio per Blog intiresny

    RispondiElimina
  13. La ringrazio per Blog intiresny

    RispondiElimina
  14. La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

    RispondiElimina

Siete sempre molto gentili a venirmi a commentare, perché ora io quel tempo per farlo nei vostri blog, non ce l' ho più e me ne dispiaccio. Per cui il sapere che i vostri commenti siano disinteressati, e non mirati ad avere risposte in cambio nel proprio blog, dà ancora più valore al tempo che mi dedicate. Grazie di cuore. elenita