lunedì 15 dicembre 2008

Vedo questo, penso a quello.


Più di una persona, mi ha chiesto se poteva copiare l'art-journal proposto nel Candy appena concluso.
Per me non c'é problema.

Ma non é meglio prenderne ispirazione, per farlo proprio stravolgerlo e metterci dentro qualcosa di se'?
Magari prendere spunto dalla copertina per farne un cuscino, o dalla pagina delle passamanerie per farci un segnalibro...
Che soddisfazione dà...copiare?
Non è meglio creare?
Piuttosto una cosetta senza pretese, ma nostra e che ci rappresenti.
Quando qualcuno vi dirà: che bello, sarà tutto per voi!


Per questo oggi con voi vorrei giocare a farvi ispirare.
Guardando la foto della bustina in alto l'ho pensata come un'idea regalo.
Ma, in tempo di mail e di sms, non sarebbe meglio che il regalo diventasse una bella lettera scritta a mano e quella bustina la confezione per contenerla? Magari con una fettuccia cucita sopra con scritto semplicemente "per te"?
E i pirottini gialli e fucsia della foto qui sopra anziché contenere dei pasticcini non potrebbero contenere spille da regalare?


E questa scatola? Non vi fa venire in mente di riciclare tappi di omogeneizzati da incollare su un supporto per utilizzarli come tavolozza dei vostri colori? Giocare con la fantasia é stimolante. Basta allenarla un po'e crederci.
E la soddisfazione che dà vedere nascere una propria idea, non ha pari (per me) con una copia al meglio riuscita.


Per queste foto, io mi sono ispirata a Lush Bella.
Ps: create, create, create...e non copiate (perché ce la fate, ce la fate, ce la fate...).

Ps: spero di non essere fraintesa con questo post.
L'intento è di stimolare e non di insegnare.

33 commenti:

  1. marion è la prima, oggi! evviva!
    sì, ce la si fa, ce la si fa… spronate da elenissima tutto si fa!
    ciao! marie.m.

    RispondiElimina
  2. La mia stima nei tuoi confronti cresce sempre di più: bisogna essere delle belle persone per fare delle cose belle (le tue sono di siucre "più bellissime" delle mie :D).

    Grazie

    RispondiElimina
  3. Sono arrivata su questo blog grazie al candy, lo ammetto. Mi ha affascinata anche la scelta del giorno: Santa Lucia, che nei miei ricordi di bambina è una figura importantissima.
    Guardando l'art-journal ho pensato che vorrei tenere fra le mani un oggetto del genere per vedere che consistenza ha, per vedere che può esistere in senso tridimensionale, perché anche se pasticcio con la carta, con gli aghi, con la lana, il feltro per me è ancora uno sconosciuto. Avrei bisogno delle basi, non so nemmeno da dove si comincia.
    Già nei giorni scorsi pensavo che mi piacerebbe fare un "libro" mio, un libro a metà strada fra questo art-journal e questo che ho visto tempo fa: http://www.violarium.com/index.php?main_page=extras&sivu=50&language=en

    Per me che fra i libri (quelli di carta, con tiratura X copie) ci vivo e ci lavoro una creazione come questa, un libro unico perché due copie esatte non possono esistere, scatena una miriade di fantasie e voglia di fare, quindi l'intento, almeno con me, è stato raggiunto.
    sono andata in libreria a cercare il tuo libro sul feltro, non c'era, lo cercherò nei prossimi giorni a Milano. Una domanda però è sorta spontanea: esiste un atelier dove si possono vedere dal vivo questi lavori? o dei corsi-laboratori?
    Grazie per gli stimoli!
    Laura

    RispondiElimina
  4. Cara Elena...anche se non mi sono mai fatta "viva" prima mi è capitato spesso di venire a curiosare nel tuo blog venendo attirata nel blogroll della Bislacchissima dai meravigliosi colori delle foto con cui accompagni i tuoi post...e devo dirti che non ho partecipato al tuo stupendo candy solo per "pudore"...dal momento che non ti avevo mai lasciato un commento prima mi sembrava poco garbato farlo in quest'occasione solo per un premio!
    Ma questo tuo intervento mi ha stuzzicata moltissimo in quanto trovo le tue affermazioni sull'ispirazione qualcosa di fondamentale per la vita creativa...ispirarsi è un conto ed è anche un gesto molto naturale e salutare per l'indole umana...ci sono fior fiore di teorie che lo confermano...ma copiare spesso pari pari non denota invece nulla di creativo e forse più che arricchire l'anima gonfia solo un po' l'ego!
    Quidi ti ringrazio solo di ciò che dici in questo post perché per tutti noi è importante di tanto in tanto ritornare a riflettere su questo punto!

    RispondiElimina
  5. Che dire, approvo in pieno!! Ci sono volte, come quando ci si avvicina per la prima volta a una tecnica nuova, in cui può essere utile copiare dei lavori già fatti ma anche in quel caso io trovo sia bello personalizzare per quello che si può il lavoro che si sta facendo. Ti dà una graaaande soddisfazione!!!!

    RispondiElimina
  6. Non si può non essere d'accordo! Il copiare è sempre relativo, riprodurre pedissequamente penso sia noioso, oltre che sterile.(Mi accorgo che, tante volte, non riesco a copiare esattamente nemmeno da me stessa...) Nel "reparto intenzioni" del mio cervello c'è il proposito di ricavare (lasciarmi ispirare...) dal tuo art journal, un lournal magari meno "art" ma mio!!! Grazie!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Intanto un grazie a tutte per avermi compresa e non fraintesa...
    A Laura L. vorrei dire che al momento i miei lavori esistono solo negli spazi viruali (sito, blog e flickr). I corsi ho smesso di farli qualche tempo fa. Però per i consigli, per sapere come si fa questo o quello io ci sono sempre, basta contattarmi...

    elenafiore@tiscali.it

    RispondiElimina
  8. Per quanto mi sforzi di copiare (perche' a volte vorresti proprio ripetere quella cosa uguale uguale) mi rendo conto che e' impossibile...Ad un certo punto la nostra creativita' viene fuori e cambia, migliora o peggiora (ma a noi piace cosi') il risultato finale!
    Pero' non sai quante volte sono partita da spunti presi da questo blog, e senza quelli non avrei neanche iniziato! :-)

    RispondiElimina
  9. Copiare?
    Io proprio non ci riesco, sicuramente prendo spunto.
    Lo dico sempre, "io rubo con gli occhi", ma poi personalizzo sempre.
    Ciao.
    Tiziana.

    RispondiElimina
  10. Cara Elena mi trovi pienamente daccordo, si può rubare con gli occhi,prendere spunto, imparare le tecniche ma poi deve essere la nostra fantasia a prendere il volo, a farci viaggiare, portarci in luoghi lontani e sconosciuti, aprirci nuovi orizzonti.............forza ragazze, la fantasia non ha confini!

    RispondiElimina
  11. D'accordo con te ovviamente, dico che ci si può e ci si deve ispirare, prendere spunti, idee, ma poi difficilmente è possibile copiare al 100%. A me non riesce nemmeno di rifare le ricette dai libri di cucina! Tolgo un po' di quello, aggiungo un po' di questo... Lo spunto può darci l'avvio, l'idea che da sole, magari principianti in qualche tecnica o materiale, non avremmo avuto. Grazie a te che hai condiviso con noi tanti "segreti" e che ci ispiri con immagini sempre così belle!

    RispondiElimina
  12. Hai davvero ragione Elena, a volte la cosa che risulta più semplice è proprio copiare, ma rischiamo così di appiattirci, di non stimolare per nulla la nostra fantasia, purtroppo è un errore che ho fatto anche io in passato, forse per troppa insicurezza, per paura di fare qualcosa che agli altri non piacesse.Adesso sono cambiata, faccio le cose a modo mio, e se vedo qualcosa che mi piace, la osservo bene bene deciso cosa mi piace e cosa no e poi la faccio MIA!!
    Un bacio e una creativa serata a tutte!!!

    RispondiElimina
  13. Mi aggiungo"copiando" le parole di tutte le compagne di blog!!!
    Io , che lavoro in un mondo che copia il vicino/competitor per antonomasia,che lotto con il mio boss, ogni giorno, perchè mi RIFIUTO di copiare, anche se l'idea che ho di fronte è bellissima, ho imparato a fare mia la forza , l'energia che un lavoro , che sia il tuo meraviglioso Art-journal, o un semplice passo di uncinetto,mi trasmette.
    Ragazze, elena e tute noi siamo una sorta di VIRUS BENEFICO, che se entra in circolo può solo farti stare bene.
    Prendete e prendiamo spunto, tutti da tutti, perchè solo nella miscellanea, nello scambio, nel provae riprova si resta vivi in una società che ti schiaccia seduto sul divano con il telecomando in mano...
    Mamma mia che mazzata filosofica...
    Non spaventatevi...
    Come dice Elena, create, creiamo.....

    RispondiElimina
  14. Quanto hai ragione Elena...eppure ce n'è tantissima gente che copia! Secondo me non da' nessuna soddisfazione...una tua creazione deve rappresentarti, se la copi da quella di qualcun altro non ci sara' mai niente di tuo!

    RispondiElimina
  15. Me encanta tu post! Besos!!!!

    RispondiElimina
  16. E io copio: "Me encanta tu post! Besoss!!
    A me succede di pensare qualcosa o di creare qualcosa e poi scoprire che qualcun'altro prima di me l'ha pensata o l'ha creata, accidenti!
    E' copiata?
    Giulia

    RispondiElimina
  17. che dire? sai cosa significa per me la creatività e comunque il solo copiare non porta ad alcun risultato e il bello per fortuna è una componente fondamentale..se solo si capisse quanto creare allieta l'anima si farebbe di tutto per generare idee per la sodddisfazione che si prova...se si capisce ciò è utto chiaro.
    Mi unisco alla sollecitazione che lanci..
    un abbbraccio
    roberta

    RispondiElimina
  18. Ciao Elena, non penso che chi ti chiede "posso copiare" lo intenda in modo letterale, penso intenda "posso copiare l'idea". Penso anche che non sia possibile nè facile copiare qualcosa in tutto e per tutto e farlo uguale come una fotocopia. Ognuno ci metterà del suo, la propria personalità ed il proprio gusto ed il risultato finale risulterà un'altra cosa, completamente diverso. E' come quando si fa il sugo: io e mia mamma facciamo il sugo con gli stessi ingredienti, ma il sapore è diversissimo. Alla fine il "copiare" non è una cosa così negativa, ma diventa uno stimolo a fare, ad imparare, a porsi degli obiettivi, a volersi avvicinare a qualcuno che reputiamo più bravo e più capace di noi. E' un punto da cui partire, ma non sai dove si arriverà.
    Daniela

    RispondiElimina
  19. Oh Elena, hai tradotto in parole scritte ciò che penso!
    Certo capisco che a volte copiare è una tentazione irresistibile, magari lo si può fare facendo una piccola prova, per capire un particolare, la tecnica... ma copiare un intero lavoro pari pari che senso ha?!

    Anche a me sono state chieste misure dettagliate dei miei lavori per rifarli identici; io ho risposto con le misure, ma ho anche detto che c'erano altri modi, altre tecniche, altre forme, sicuramente altre idee (più belle!) per personalizzare l'oggetto.

    Credo che il problema spesso sia la mancanza d'iniziativa e il poco "allenamento" all'immaginazione... sognare ad occhi aperti come da bambini: questa è l'ispirazione :)

    RispondiElimina
  20. quando ho dei blocchi creativi , idee così mi servono per spronarmi ,o quando hai troppa roba in testa e non sai come buttar giù...
    a volte si parte con l'idea di 'copiare ' ma strada facendo cambia perchè ognuno ci mette del suo , personalizzandolo un pò ;) e da lì nasce qualcosa di diverso anche se l'idea di partenza era quella di farlo uguale ...

    RispondiElimina
  21. Condivido al 100% anche io cerco di far simili discorsi quando qualcuno mi chiede se può copiarmi qualcosa...però purtroppo non tutti capiscono e magari poi copiano lo stesso e non pubblicano per non essere scoperte :P come se facessero del male a noi che veniamo copiate, ma non capiscono che fanno del male a se stesse perché limitano la loro fantasia!!!! Brava brava brava! Anche io ti ho scoperta grazie al blog candy.....e non ti mollo più ihihih!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. Ciao Elena! Trovo finalmente modo, occasione e senso di salutarti e lasciare la mia impronta, qui, in questo tuo stupendo mondo che sembra una scatola delle meraviglie, dove ogni fettuccia, bottone, pallino, ha un nome!
    L'occasione me la dai con questo post. Anche io come Drina ti seguo da un po' e ti diro' di piu'...non lo sapevo, ma ho anche un paio di tuoi libri...hihih! Ad ogni modo, ho espresso già quello che penso sul tuo Art Journal sul blog di Cuore Pallido commentando la sua bellissima vincita. Non ho a suo tempo partecipato perchè tendo a dare ai regali un certo senso "antico" e non mi piaceva proprio farmi viva in quell'occasione... Ad ogni modo, condivido a pieno quanto hai scritto e mi ci cruccio da tempo, per varie esperienze, tante mail che arrivano e domandano e non dicono grazie dopo i consigli, e vari altri pensieri abbastanza naturali quando si hanno le mani in pasta nelle perline! ;-)
    Inolontariamente nel mio post di oggi, in fondo, ho detto grosso modo la stessa cosa...
    Elena, grazie mille per quello che fai e per aver letto il mio papiro!
    Un abbraccio!
    Giuliella
    http://giulielleria.blogspot.com

    RispondiElimina
  23. concordo con te ...ispirarsi e creare!

    RispondiElimina
  24. Ciao Elena,Sono Sabrina
    ho visto il tuo blog per la prima volta oggi.....è stupendooooo!!!
    Sei BRAVISSIMAAAA
    Quello che dici é giusto perchè se no non saresti una creativa!!!
    Magari si può prendere uno spunto tanto per far accendere la miccia!
    Ma poi il bello viene dopo.Da quando ho dato il via al mio blog cioè da poco,mi hanno fatto piacere i commenti positivi e sapendo che nasce tutto dalla mia fantasia la cosa è molto gratificante!!!! Sapere cosa ne pensi tu del mio mondo mi darebbe molta soddisfazione!!!
    Ti ho aggiunta tra i miei preferiti.Un caldo saluto Sabrina.

    RispondiElimina
  25. sei assolutamente GENIALE!
    certo all'inizio è più facile copiare... ma nel mondo della creatività più si fa più si ha voglia di provare ... sperimentare ... sbagliare... riprovare..

    RispondiElimina
  26. Ben detto...credo moltissimo in quello che dici.

    RispondiElimina
  27. Il tuo blog è qualcosa di incredibilmente bello, sei bravissima, complimenti

    RispondiElimina
  28. Ma dove ero??? Stavo copiando??? Mi stavo facendo copiare??? Ispiravo o espiravo??? Boh, non c'ero e forse ci facevo??? Un bacionissimo elenita de my corazon!

    RispondiElimina
  29. Concordo con Daniè e ad Annadrai riporto la frase di Einstein "IL SEGRETO DELLA CREATIVITA' STA NEL SAPERE COME NASCONDERE LE FONTI" ... questo per dire che da qualche parte anche quelle che ora si sentono artiste hanno preso ispirazione copiando di pari passo o solo alcuni particolari. Non credo ci sia niente di male!

    RispondiElimina
  30. solo oggi mi capita di passare di qua e tante idee molto belle riesco a trovar hai proprio ragione io non riesco proprio a copiar se vedo un qualcosa subito mi viene in mente un altra e penso al materiale che sicuramente ho conservato da qualche parte e se non è uguale è simile e si può adattar ogni oggetto è unico e con una sua personalità proprio come noi umani tutti uguali e tutti completamente diversi strabaci a tutti alessandra cagliari pattella@tiscali.it

    RispondiElimina

Siete sempre molto gentili a venirmi a commentare, perché ora io quel tempo per farlo nei vostri blog, non ce l' ho più e me ne dispiaccio. Per cui il sapere che i vostri commenti siano disinteressati, e non mirati ad avere risposte in cambio nel proprio blog, dà ancora più valore al tempo che mi dedicate. Grazie di cuore. elenita