mercoledì 3 dicembre 2008

Ispirazioni dal Giappone.


Il gusto giapponese é sempre molto raffinato ed elegante.


Queste immagini credo parlino da sole, e sono solo un piccolo esempio delle riviste di craft nipponico...


...ed io le ho prese in prestito da qui...


E se volete idee per i pacchetti in stile Jap, guardate il blog di Ricevere che ha preparato un bel post a riguardo...

20 commenti:

  1. Ciao Elena,
    veramente raffinati!
    Peccato che ho un pò di difficoltà nel riprodurre alcune cose all'apparenza semplici.
    Mi farai un "tutorial" vocale alla prima occasione!
    Bacioni
    La Giò di C.

    RispondiElimina
  2. Che belli! Riesci sempre a trovare dei lavori fantastici. Grazie! Ciao. Simo

    RispondiElimina
  3. Che bellezza!! mami hai incuriosito un sacco...mi vado a sbirciare qualche link giapponese!
    Grazie!!

    RispondiElimina
  4. Complimenti per il blog, bello, raffinato, interessante. TI metto tra i miei link se non hai nulla in contrario.
    Hai perfettament eragione quando scrivi che " bisogna educare l'occhio al bello" Quante volte lo penso....
    un saluto caro e se hai dei tutorial nipponici da indicarmi, li andrò a sbirciare con piacere
    ;-)
    Rosanna

    RispondiElimina
  5. Sfiziosissimi.... il tuo gusto è sempre impeccabile! Grazie Elena. (ps: mi sono già segnata l'indirizzo per non perderlo e curiosare in tutta calma).

    RispondiElimina
  6. Superfluo dirti che queste foto che hai trovato sono bellissime? Da tanto mi chiedo perchè le riviste italiane non siano spesso all'altezza delle cose che invece si vedono in giro, e questo riguarda anche molti libri di craft (non i tuoi!). Sono riuscita a dare un'occhiata ai libri di Tilda in Norvegese... ma perchè sono così belli?? Le foto, le ambientazioni, gli oggetti, e ovviamente le creazioni, tutto a dir poco da favola... Grazie mille per il commento che hai appena lasciato da me e a prestissimo!

    RispondiElimina
  7. Ma "ste" Giapponesi, sono perfette in tutto?

    RispondiElimina
  8. Ciao Elena!come al solito ci stupisci...sono veramente BELLI!!!ed adesso vado a 'sbirciarli' con calma...grazie per il link al mio post ;)...sei gentilissima...
    Un bacione!
    Cristina

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia!!!
    spero di avere il tempo per realizzarne qualcuno è inutile dirti che hai un sito che sprizza energia da tutti i post...hihihi
    Baci Marta

    RispondiElimina
  10. Ciao Elena, hai proprio ragione, a volte io mi perdo tra i link giapponesi, purtroppo i tutorial che spesso trovo sono incomprensibili, è davvero un peccato, ma almeno possiamo ispirarci guardando i loro lavori e provare a reinterpretarli a modo nostro!
    Un bacio

    RispondiElimina
  11. Quanto mi piacciono i fiorellini cicciotti... a vederli non sembrano difficili da realizzare.... tenterò qualche esperimento :-)

    RispondiElimina
  12. Che splendore... c'è sempre qualcosa di magico, di una delicatezza estrema, in questo popolo.

    RispondiElimina
  13. Ecco cosa stavo cercando !!!!!!!
    Proprio questi particolari paffuti...
    sei un mito, Elena..grazie....
    ora mi tuffo nel link..
    un abbraccio

    RispondiElimina
  14. adoro i giapponesi il loro design è fantastico te ne farò vedere alcuni presto...grazie per i link e le immagini.
    roberta

    RispondiElimina
  15. ehi ciao volevo farti i miei complimenti il tuo blog e'veramente fantastico.....

    RispondiElimina
  16. ehi ciao volevo farti i miei complimenti,il tuo blog e' veramente fantastico...........

    RispondiElimina
  17. Che eleganza! Sono finalmente riuscita a trovare i sotto-spilla e mi piacerebbe provare a fare delle spille feltrose ma ho paura di buttare troppo feltro nei tentativi. Provero' a partire da queste cose.
    Grazie!

    RispondiElimina
  18. Ragazza tu hai stoffa da venedere...oltre che lavorarci, ti linko nel mio blog.

    RispondiElimina
  19. leggere l'intero blog, pretty good

    RispondiElimina

Siete sempre molto gentili a venirmi a commentare, perché ora io quel tempo per farlo nei vostri blog, non ce l' ho più e me ne dispiaccio. Per cui il sapere che i vostri commenti siano disinteressati, e non mirati ad avere risposte in cambio nel proprio blog, dà ancora più valore al tempo che mi dedicate. Grazie di cuore. elenita