martedì 26 febbraio 2013

Riempirsi, svuotarsi, ricaricarsi.

Tempo fa, un'amica blogger mi disse ma non ti dispiace separarti dai tuoi art-journal, quando li finisci?
Ve lo posso confessare? Già lo feci  a suo tempo con l'amica... io, quando finisco un art-journal o art-organizer che sia, non lo sopporto più.
Ho proprio il bisogno fisico di allontanarlo da me, perché l'ho avuto troppo tempo sotto gli occhi.
Ho bisogno che tutto quel cumulo di matassine, pompon, fiorellini, arzigogoli, gingillini e pirulini che accatasto sul mobile nel periodo di lavorazione (generalmente un mesetto), mi sparisca dalla vista.
 
Certo, se potessi riavere qui per un attimo, tutti i miei journal stoffosi, sarei felice di riaccarezzarli, rivederli e poterli toccare nuovamente.
In ognuno di loro, ci ho messo tanta anima e tanta passione, per questo forse, alla fine mi sento prosciugata, ed ho bisogno di allontarli da me.
Il giorno che segue, la consegna di un lavoro (mi capitava anche ai tempi in cui illustravo libri e magari facevo le notti dietro alle ultime tavole da colorare), ho bisogno di andare in giro e riempirmi gli occhi di altro.
Mi basta un giorno per ricaricarmi per poi tuffarmi nuovamente nel mio mondo handmade.
Nel prossimo post, mostrerò questo art-journal nella sua interezza.
Mi ha tolto tanto. Mi ha dato tanto. 
Santa creatività, grazie di esserci nella mia vita.
Poter far confluire, la nostra energia, in qualcosa che ci anima in modo positivo è indubbiamente arricchente. 
Ed è bello, dopo uno svuotamento, sapere che presto si sarà travolti da una nuova onda.
(Splash!)

38 commenti:

  1. Secondo me la cosa importante è sapere che andrà a finire nelle mani di chi saprà apprezzarlo ed amarlo.

    RispondiElimina
  2. Beata te che dai volentieri le tue cose.Io mi affezziono alle mie creazioni e mi piange il cuore quando le dò via!

    RispondiElimina
  3. solo tanta anima e tanta passione... ci metti sicuramente di più! bacianna

    RispondiElimina
  4. figli che crescono e prendono la loro strada...ti senti svuotata, ma anche tanto orgogliosa per come sono "venuti su"
    :-)

    RispondiElimina
  5. Ma questo qua è troppo, troppo bello!
    Non volendo fare paragoni, quando cucino perdo l'appetito, perchè mi sono riempita con gli odori!!!
    Bacioni, aspetto il prossimo capolavoro!

    RispondiElimina
  6. magnifico come sempre!!! con i suoi vuoti (pochissimi) e i suoi pieni (coloratissimi) il tuo art journal è pronto per prendere il volo e lasciare spazio ad altre idee che io attendo di poter ammirare, sempre su questo schermo :)

    RispondiElimina
  7. i tuoi lavori hanno sempre la tua firma.. son bellissimi ed io mi incanto sempre a contemplare i particolari.. quelli che probabilmente ti "fanno dannare" e che ti portano ad allontanarti dalla tua creazione. Un bacione CriCri

    RispondiElimina
  8. Desde España,
    tus trabajos son muy coloridos y con mucho detalle. me gusta y me inspira.
    -Sara-www.catsycosas.blogspot.com

    RispondiElimina
  9. Condivido quello che hai scritto.Quando la creatività è parte della propria vita, è giusto darle dei confini: ciò che resta a noi e ciò che "dobbiamo" dare ad altri, per rimanere sereni.Mi sarò spiegata?
    Chiudo in bellezza la giornata con il tuo Art-journal
    Franca

    RispondiElimina
  10. Comprendo il tuo travaglio e anche la tua smania di lasciare andare la tua creatura...probabilmente è proprio come dici, si può fare spazio ad un' idea nuova solo se ci si allontana da quella che è già "superata"!
    Ben vengano le tue idee, perchè riescono sempre a stupirci e ispirarci! Ancora baci, tanti, tanti.... Monica

    RispondiElimina
  11. Come sempre Elena Fiore docet!
    Aspetto il post con i particolari.....intanto ammiro.
    Un baciotto.

    RispondiElimina
  12. I tuoi lavori sono sempre una certezza!!!
    Una curiosità: quando crei le pagine degli art journal li hai già pianificate nella tua mente o sono idee che ti vengono al momento!
    Un bacione
    Luciana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luciana, grazie!
      Ho giusto una bozza nella mente. So che è tempo perso, delinearla in modo nitido, perché mi conosco e so bene che in corso d’opera, via via che aggiungo elementi, mi nascono suggerimenti diversi, a seconda dello stato d’animo, del momento etc.
      Credo di non aver mai realizzato nulla, aderente alla mia idea iniziale.
      Il che non ho ancora capito se è un plus o un deficit :)

      Elimina
  13. Io invece ho difficoltà a lasciar andare via le mie cosine. Alcune poi non posso proprio darle via. Quando non sono più con me è come se mi sentissi orfana. Certo non si può tenere tutto, ma sarebbe bello!!! Le foto che si fanno dei lavori non rendono mai giustizia all'originale e poi la foto al video non ti trasmette il calore della tua creaturina!!!! Mi fermo qui altrimenti divento melodrammatica... Baci

    RispondiElimina
  14. claudia caprara27 febbraio 2013 09:03

    bello e sofficione!!!!
    io sono curiosissima di vedere anche le immagini che ti serviranno per ricaricarti, perchè secondo me in questo "stacco" c'è qualche scorcio stupendo di Milano!!!
    buonissima pausa riposante!
    supersmack
    ClaudiaC

    RispondiElimina
  15. Le tue creazioni hanno sempre un gran valore!!ma soprat l'art-journal lo vedo come un'opera "OmericA"! ci credo che alla fine spesso finisci esausta!! ma il risultato e il successo di quello che esce dal cilindro delle tue manine è sempre assicurato! è una certezza!!..e visitare il tuo angolino è la mia Certezza preferita!! SmAkkoni chérie ;))

    RispondiElimina
  16. E' proprio come l'hai descritto tu ..... la concentrazione, l'energia, la carica emotiva e poi arriva il culmine e bisogna fare una pausa o, nel tuo caso, ti separi dalla tua colorata creazione :-)
    La vita è piena di cicli vari.
    L'art journal mi piace moltissimo e non vedo l'ora di vedere il resto!
    Un abbraccio,
    Goga

    RispondiElimina
  17. la frase finale è meravigliosa!
    quasi quasi me la stampo in grande e la appendo vicino al mio angolo craft

    RispondiElimina
  18. Comprensibilissimo, poi ognuno ha i propri stati emotivi. Questa domanda la fanno spesso anche a me e devo dire che se si tratta di mostracci sì, me ne separo male perchè li vedo come creature animate, ma borse e cose varie mi fanno meno effetto. Buon riposo

    RispondiElimina
  19. si, si, la creatività ci riempie la vita e ci permette di "sfogarci" e ricaricarci.
    Differentemente da te io, invece, saluto con la manina ciò che si allontana da me, mi spiace.
    Riguardo questa tua creazione, come sempre le tue forme e i tuoi colori mi rallegrano e ...
    ... passa da me che c'è un premietto per te.
    baci e fusa
    Paty

    RispondiElimina
  20. Ecco dove eri finita: a cucire, cucire, cucire... Un giorno organizzerai una mostra con i tuoi Art Journal!!! E io verró a toccarli!!!!
    È sempre un sogno ad occhi aperti....
    Auuuuuhuuuuu!
    Paola

    RispondiElimina
  21. Non oso nemmeno immaginare quanto lavoro richiedano i tuoi art-journal, e non stento a credere che alla fine poi allontanare il tutto dalla tua vista equivalga anche a far riposare un po' la mente.
    Cara Elena, mi spiace per il tuo brutto momento, sei stata brava a non farlo trasparire.. però ti auguro con sinceramente che i colori che ami possano avvolgere il tuo cuore e riscaldarlo, come fai tu, quando con i tuoi post ci trasmetti gioia e meravigliosi sorrisi!
    Abbracci Giulia

    RispondiElimina
  22. Lo so io quanto sono belle le tue creazioni! Non mi stanco di guardare, toccare, ascoltare (sisisi!!!) il pink-journal che il tuo cuoricino e le tue manine hanno fatto per me ed è così straripante d'amore che mai potrà stancarmi! Grazie Elenita che ci sei!!!! Love & Art Journals!

    RispondiElimina
  23. Capita anche a me di non sopportare più un lavoro, a tal punto che lo abbandono pure, lo lascio fermentare e poi evaporare!!!!
    Sarà che stancano te, ma mai noi che ne godiamo. I tuo Art sono sempre unici e meritano tutte le attenzioni degne di una celebrità.
    Buon wek Signorina celebrity

    RispondiElimina
  24. ti capisco, oh come ti capisco!..e questo art-journal è bellissimo! buona domenica!

    RispondiElimina
  25. io sono così con i lavori di grafica pubblicitaria quando devo realizzare brochure/cataloghi lunghi altro che un mese... ecco quelli sì che mi escono dalle orecchie (anche perchè la parte più bella è la progettazione poi responsabili di responsabili e clienti ti fanno fare miliardi di cambiamenti, orrendi, che ti fanno disinnamorare del tuo lavoro).
    Invece tra i miei gomitoli, fili, stoffe e bottoni nessuno ci mette becco quindi il mio cuore continua a battere forte fino all'ultimo angolino ;) e staccarmene poi quant'è difficile...
    Notte cara Elenita, a presto
    Ila

    ps non rileggooooo

    RispondiElimina
  26. E menomale Elenita! Sai quante persone tristi ci sarebbero se tu non ti volessi "liberare" delle tue creaturine????? :)))

    KISSetti da Tatti

    RispondiElimina
  27. bello il tuo art journal mi piace davvero tanto sempre moolto colorato e allegro :-)

    RispondiElimina
  28. Bello, bello, e bella anche la tua conclusione in fondo al post.
    baci
    Giulia

    RispondiElimina
  29. Di solito chi crea fatica a lasciar andare le proprie cose... Sei originale anche nell'atteggiamento eh eh! ^_^

    RispondiElimina
  30. Elenita i tuoi post sono sempre eccellenti! Una meticolosità e gusto ineuguagliabili!!! TVB!

    RispondiElimina
  31. Elenita Forever ... i tuoi post e le tue splendide creaturine mettono tanta allegria il Mondo è bello anche perchè ci sei tu con la tua Splendida Creatività Baciottone :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo cara Sabrina! Grazie di cuore, un abbraccio!

      Elimina
  32. Capita a me che finito un progetto a maglia abbia bisogno di assaporarmi un attimo di pausa dallo sferruzzamento, per ritrovare nuove energie :)
    Hai un po' di spam, puoi farla sparire? stona un po'....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sim sala bim: sparito :))) Grazie Anna, ciaooo

      Elimina
  33. Ciao elena!!!!a me capita quando faccio borse particolarmente complicate, parto carica ma dopo giorni - quando non passano mesi!! - mi stufo di cucire, magari prendo in mano qualcos'altro, mi distraggo un pò finchè sono pronta a finire finalmente il lavoro. E se parto con l'idea che una creazione è x qualcuno non mi pesa la separazione, mentre quelle che faccio x me....beh in quel caso ne sono iper gelosa,restano con me!! :D

    RispondiElimina
  34. Ciao Elena,credo che sia una sensazione tipica di chi è artista, quindi è un segnale che lo sei al 100%.
    Dai torna a postare cosette nuove
    A presto

    Fede

    RispondiElimina
  35. Elena carissima,
    ammiro sempre la tua energia, il tuo modo di affrontare le cose e sopratutto di vivere la creatività.
    Un bacione e se non ci si risente prima,
    auguri di buona Pasqua a te ed ai tuoi cari,
    Marina

    RispondiElimina

Ringrazio davvero di cuore, che spende il proprio tempo per commentarmi e per scrivere, qui sotto, il proprio pensiero.
Leggo ogni vostra riga, ed è sempre un piacere :-)