martedì 29 maggio 2012

°7 cose che parlano di me°

Da 30 giorni, non faccio altro che tagliar stoffe.
Per cui, non avendo nessun lavoretto da mostrare (e non volendo soffocar di ragnatele questo blog) vi racconterò un po’ di me, attraverso delle immagini.
Posto che a qualcuno, possa interessare :-)
Viceversa, avrò comunque eliminato qualche ragnatela!  
 7 cose, perché  7 è il mio numero preferito.

Comincio da un classico: la mia tazzina del caffè.
Con questa lo sorseggio, quando occorre che stia sveglia.
Non lo bevo spesso, perché gli preferisco di gran lunga il the.
Ma a quello oramai sono assuefatta e non sortisce più alcun effetto :-(
In questa foto, memorie e dolori.
Il taccuino dove scrivo-annoto-appunto, è il regalo di un'amica, compagna di vita per quasi 30 anni.
Poi, patapèn, amicizia finita.
Comprato nel nostro negozio del cuore (Fiorucci) che, come l'amica, non c'è più. 
Piazza San Babila a Milano, non è stata più la stessa. Peccato.
Per entrambe le cose.
Il pouf dove in teoria dovrei allungare i piedi.
In realtà, sul divano, non ci sono mai.
Comprato on-line, in un negozio che adoro (dove anche Elio Fiorucci, faceva incetta, per adornare il suo store).
Qui, uno dei tanti angoli kitsch di casa mia:
La lampada tipo lava, che fa-molto-anni-80, e la lampada bombata pink con i suoi splendidi riflessi sul muro.
Non amo il caffè, ma adoro le lucine.
E ne ho la casa invasa!
Uno dei miei primi (e mai sopiti) amori craft: la cartapesta.
Qui ciotole in papier-mâché (eccetto la turchese) ricordo di un lontano servizio fotografico.
Questa immagine (di alcuni miei libri stampati) mi serve per introdurre la seguente...
...il libro che ho sempre sognato di fare.
Quello sulla-Milano-che-amo. Con tutti i negozietti, barettini, trattoriette con quel non so che di artistico.
E' una vita che ci penso, ma il tempo di scovare-fotografare-recensire, quello e quell'altro posto, viaggia di pari passo con il rischio, che una volta pubblicato...la metà dei luoghi scovati, non ci sia più (vedi il Fiorucci di cui sopra!) :-(

E ancora:
pari o dispari: dispari.
Dolce o salato: salato.
Primavera o autunno: autunno.
Panettone o pandoro: panettone.
Duran o Spandau: Spandau (questa, giusto tanto per...)
Colori primari o derivati: derivati.
Mezzo pieno o mezzo vuoto: mezzo pieno.
Proseguire  o smettere...ok, la smetto :-)

39 commenti:

  1. Smaaaaaaaaaackkkkkkkk!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Direi che il fatto che tu sia molto impegnata a lavorare con le stoffe è un ottimo segno, no??? Conoscere qualcosa di più di te è sempre un gran piacere e anche d'ispirazione...
    Un bacio grande Kinà

    RispondiElimina
  3. Bellissimo post! :-) mi piace molto il tuo angolino kitsch! un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Il mio blog ha molte più ragnatele del tuo e non è nemmeno così bello colorato ;) ma prima o poi rimedierò, ne sono certa!
    Baciotti

    RispondiElimina
  5. carissima elena hai risvegliato dei ricordi in me assopitiiiiii....L'ADORATO FIORUCCIIIIIIIIII...devi sapere che io dai 5 ai 24 anni ho vissuto a milano e quando frequentavo il liceo artistico di via hajech spesso con amiche andavamo in san babila da fiorucci....quando l'anno scorso sono tornata a milano e non l'ho più trovato mi sono sentita maleee.....giuroooooo.....il mitico maialino che grugna nel mio frigorifero e che mi intima dietaaaaaaaaaa non potevo che averlo comprato lì-----l'unica cosa che ho ritrovato è stato il mitico negozio di panzerotti di LUINI....quello non morirà mai.....
    insomma te rimani sempre con la testa di quando avevi 15 anni quindi con i tuoi sogni e fantasie ma il tempo inesorabile avanza e anche tutto quello che ti circonda si trasforma.....che dire....UNA TRAGEDIAAAAAAAA!!!
    Anche se milano non l'ho mai amata...e non mi è mai piaciuto viverci (infatti a 24 sono scappata via...infatti sono purtroppo sono una romagnola di sangue) ricordo però con romantica nostalgia tutti quei luoghi che mi hanno dato emozione lasciato qualcosa nel cuore.....( i navigli....la fiera di sant'ambrogio....il liceo artistico...la facoltà di architettura....il castello sforzesco....brera....e tanto altro....)
    un abbraccios grandes
    roberta

    RispondiElimina
  6. bello conoscerti sempre un pò di più....
    Nk

    RispondiElimina
  7. Il mitico Fiorucci... quanto tempo ho passato lì dentro... che gran dispiacere quando ha chiuso sob sob :'(
    Niente da fare i mitici anni 80 erano i mitici anni 80, Fiorucci era Fiorucci, el panetun l'è il panetun... i Duran erano i Duran (io ero e sono duraniana inside)!
    Bacioni Elenita e grazie sempre dei bei sogni che mi fai fare!

    RispondiElimina
  8. Buongiornissimo cara,
    un amarcord con i fiocchi.
    Baciotto e buon tutto quello che stai preparando.
    Ciaooooo!!!!

    RispondiElimina
  9. Molte cose le condivido anch'io. Anche io 7 e dispari, anche io colori derivati e mezzo pieno. Ma io pandoro, dolci, primavera, caffè. Splendida giornata a te, mia coloratissima amica :)

    RispondiElimina
  10. una donna una rotella (per stoffe!)

    quando pubblicherai il libriccino su Milano io lo vorrei subito, anche se rischio che i posticini poi spariscano, perchè con le tue descrizioni sono sicura che li avrei ben presenti lo stesso, come se fossero veri!
    kisskiss
    ClaudiaC

    RispondiElimina
  11. Tutte queste foto parlano di te! ed è bello conoscerti "quel tantino" in più specie x chi come me ti ammmira e ti rimira sempre con Tanto piacere! Tanti tagli ancora di stoffine a te Elenita cara e grazie x averci rispolverato i mitici anni 80!

    RispondiElimina
  12. Ma che link mi hai fatto scoprire! In effetti sono tutte cose che un po' ti somigliano...
    Ciao Elenita, grazie
    Paola

    RispondiElimina
  13. Grazie per averci regalato 7 pezzettini di te, da una duraniana che ama caffé e pandoro ;) e poi... Bosè forever!!!! ah ah ah, un bacio grande grande grande...

    RispondiElimina
  14. I tuoi post mi mettono sempre di buon umore e fanno risorgere in me cose sopite da tempo!!! Fiorucci... non sono di Milano, ma ho comprato di tutto e di più con quel marchio. Che cazzata chiudere il negozio. Baci mia cara, vado a fami passare il mal di testa

    RispondiElimina
  15. che bella e colorata la tua vita....ecco il perchè di tutto il tuo creare, originale pieno di vita e gioia....baci

    RispondiElimina
  16. Non mi stancherò mai di leggere di te!
    E per quanto mi riguarda, caso mai:
    pari o dispari: dispari pure io e quindi niente "bim-bum-bam" per capire chi "vince"
    Dolce o salato: devo proprio scegliere?
    Primavera o autunno: primavera. (significa che ci incontreremo sia in primavera che in autunno e per non fare torto a nessuno pure in estate ed inverno!)
    Panettone o pandoro: pandoro tutta la vita. Bene, almeno non ci rubiamo il dolce!
    Duran Duran o Spandau Ballet: non scelgo, posso?
    Colori primari o derivati: derivati pure io, tutta la vita! Ma anche primari con un terziario non fanno proprio orrore!
    Mezzo pieno o mezzo vuoto: mezzo pieno, anche se spesso il mezzo vuoto che ho lasciato dimentico che è perché me lo sono già goduto (FataContorta)
    Proseguire o smettere...con te proseguire, sempre :-)
    E le cose che non ci sono più meno male che ci sono state. Quelle che ci sono coltiviamole nel corazon e quelle che saranno chi vivrà vedrà!
    Ma tu non mi far mai mancare questi tuoi coloratissimi pensieri, parole, foto, e zuzzurellate varie! Bisly tua

    RispondiElimina
  17. E' sempre interessante leggerti e scoprire che cosa rende le tue creazioni così belle :)

    Forse per la tendenza dei colori, non so, ma ultimamente mi ricordo spesso anche io degli anni ottanta.....

    Ciao,
    Goga

    RispondiElimina
  18. Leggerti, oggi, ha un sapore differente.....immergermi nel tuo mondo, per un po', mi fa dimenticare il mio! Grazie per questa pausa ristoratrice......Monica

    RispondiElimina
  19. siamo sulla vena dei ricordi eh? Fiorucci, mitico Fiorucci, peccato che mia figlia non abbia a disposizione un negozio simile, ma un paio di anni fa ha trovato nella scarpiera un veccccchisssssimo paio di stivali viola comprati proprio dal mitico negozio nel lontano 77, 78, 79 (????), attualissimi, stranissimi, amatissimi, mi ha messo gioia vedere quanto le piacessero....
    e poi...tutte quei luoghi belli,belli sui Navigli che ormai sono spariti... pubblica dai il tuo libro su Milano, magari riesci a fermare il tempo!

    per il resto?
    pari; sia dolce che salato (dipende dai momenti); primavera; panettone sempre e solo; musica amata proprio altra; più che primari o derivati direi sempre e solo contrasti violenti e allegri,sempre e solo mezzo pieno e proseguire, avanti con lena....

    contenta che tu venga a togliere le ragnatele, lo fai con garbo, gran spirito e tanti colori
    un abbraccio

    RispondiElimina
  20. il tuo post è stupendo.... e pieno di colori :-)

    RispondiElimina
  21. ...Chi non vorrebbe avere un'amica come te, davanti ad un colorato bicchiere mezzo pieno su un vassoio di cartapesta ?
    Un saluto grande,grande
    Franca

    RispondiElimina
  22. mamma mammina, che balzo all'indietro! basta che tu parli un pochino di te, e ci sembra d'aver fatto le scuole superiori insieme! Hai fermato il tempo, e mi hai ricordato quanto mi piacessero i duran duran, quanto Fiorucci fosse di moda... e che il design di qualità, per quanto tempo voglia passare non scade mai!
    Le amicizie che se ne vanno?! peccato per loro, non sanno cosa si perderanno, perchè non con te non ci si annoia veramente mai!
    Io avevo anche un'altro idolo Snoopy che non lo dimenticherò mai, ed ho sbavato parecchio dietro a Bosè! per il resto tè caffè ancora te, e dopo il cornetto della colazione anche un panino col salame (e dire che l'ho fatto precchie volte)... Nel tuo autunno mi ritrovo parecchio, ma posso anche cambiare idea davanti al bel sole di maggio.
    Col tuo libretto city milano, la faresti amare (la tua città) anche a chi non la conosce!!
    e poi non smettere, sapere di te mi fa sentire importante!!!!
    noottteeeeee°°°°°°°°°°°°°°°°

    RispondiElimina
  23. tanto è il piacere di leggerti, di sapere di te, che avrei preferito che il tuo numero preferito fosse il novantanove. invece solo sette. (novantanove no eh? eppure è tanto un bel numerello...). vabè. vorrà dire che mi accontenterò, per oggi... ;)
    sette baci per te, mia comare dei colori!

    RispondiElimina
  24. Elenita bellaaaaaa!!!!!!
    Non vedo l'ora che esca anche il libro su la nostra bella MIlan.... così posso dire "celo"!!! ;o))
    E poi... FIORUCCI: celo, "SPANDAU BALLET" celo, COLORI DERIVATI forever celo, PANETTONE, DISPARI, BICCHIERE MEZZO PIENO supperforever celo celo celo... solo qualche dubbio tra dolce e salato... un po' l'uno e un po' l'altro e tra primavera e autunno... mi piaccion tutte due... ;o)
    Un besooo e vista l'ora tarda... "buonas noces"
    Eli

    RispondiElimina
  25. rossana mungai2 giugno 2012 17:34

    sei deliziosa!!!!!
    rossì

    RispondiElimina
  26. Sempre divertente leggerti! Trasmetti allegria!
    Però...insomma...gli Spandau no! E un bel pandoro che fa assolutamente ingrassare: come si può resistere!
    Buona domenica
    Pamela

    RispondiElimina
  27. Lo sai che ti adoro! Evviva la merceria Elena Fiore...e non hai bisogno di mettere spazi pubblicitari: resisti, il blog è solo tuo!

    RispondiElimina
  28. E' sempre piacevole leggerti e guardarti :-)
    scrivi come crei, con fantasia, colore e gioia di vivere.
    Grazie per le ispirazioni!!!!

    RispondiElimina
  29. dolce Elenì, tenera come sei... per il web tu vaiiiiii!!!!!
    tanto per parafrasare le siglette di Elisabetta Viviani, per la nostalgia delle cose che furono e che non sono più, come Fiorucci (che dispiacere quando non me lo sono trovata più!!!) ;)
    un saluto da una duraniana col bicchiere mezzo pieno, che per il resto non ama scegliere, perchè mi piace assaporare di tutto, da buona onnivora quale sono :D
    smak smak

    RispondiElimina
  30. Adorabile Elena, è sempre un piacere leggerti.
    Bacio Marilena

    RispondiElimina
  31. che belle le carte e i tessuti che usi sono così colorati, le tue idee sono davvero belle e vivaci, anche i tuoi lavori sono molto originali. ciao ilaria

    RispondiElimina
  32. ahhahahahah è sempre uno spasso leggerti e sempre una gioia per gli occhi vedere tutti questi colori!
    che bella la tazzina del caffè... che accompagnerei sempre con una bella fetta di pandoro!!!

    buon ritaglio di stoffine
    baciotti eli

    RispondiElimina
  33. Grande Elenita. . . . . . e si che mi mancavi si si si!!!!!

    RispondiElimina
  34. Finalmente dopo tante "scosse" ..rieco a passare qui a trovarti! I tuoi colori rallegreno questi giorni!
    un abbraccio

    Francesca

    RispondiElimina
  35. Lindos trabalhos! Perfeito! Um abraço.

    RispondiElimina
  36. MMM LOVELY POST:) I really like your blog...do you have twitter or FB to follow with??

    If you want some swedish decor inspiration, you can check out my blog:)
    Have a great weekend.

    LOVE Maria at inredningsvis.se
    (Sweden)

    RispondiElimina
  37. Mi ricorda tanto "le cose che piacciono a me" del mio film preferito!!!!!
    Cara la mia Elena, novella Mary Poppins :-)
    .... Praticamente perfetta sotto ogni aspetto!
    Un bacione grosso!!!!!!

    RispondiElimina
  38. Sono capitata qui per caso e sono rimasta a bocca aperta..tutti questi colori e le tue stupende creazioni mettono di buon umore..ma quei libri li hai pubblicati? (hobbyart-fimo.blogspot.it)

    RispondiElimina

Siete sempre molto gentili a venirmi a commentare, perché ora io quel tempo per farlo nei vostri blog, non ce l' ho più e me ne dispiaccio. Per cui il sapere che i vostri commenti siano disinteressati, e non mirati ad avere risposte in cambio nel proprio blog, dà ancora più valore al tempo che mi dedicate. Grazie di cuore. elenita