sabato 14 aprile 2012

I remember yesterday...

Collage realizzato 20 anni fa per una mostra.
Nel tentativo (poco riuscito) di cercare di riordinare l'archivio foto dei miei lavori, patapèn, sono stata travolta da un'ondata nostalgica!
Ho rivisto le immagini dei miei vecchi collages, ed ho rivisto me nella mia cameretta (ancora single) mentre tagliavo, tagliavo, tagliavo, per ore e ore...
Tessere musive realizzate a mano.
Poi, durante una vacanza a Barcellona, con quello che sarebbe diventato mio marito, rimasi folgorata dal Park Guell di Gaudì. 
Passai dalla fase tagli-ritagli, ad una full immersion nel vortice mosaico. 
Dapprima utilizzando solo vetro cattedrale e poi personalizzando da me, le varie tessere.

Contenitore decoupage per Enciclopedia Fabbri. Ph:Andrea Baguzzi
Ma siccome creativamente sono un po' instabile (anche mentalmente :-)!) dopo il mosaico, fu amore per il decoupage (alzi la mano, chi non c'ha provato!).
Appiccicavo carta, su qualunque cosa trovassi...ma poi, con l'arrivo sempre più frequente, di carte vegetali...
Ciotole papier mache per progetto editoriale. Ph:Rossana Mungai
...ho avuto la mia fase cartapesta. In realtà non ho mai utilizzato l'originale metodo della carta macerata e frullata, ma gli ho sempre preferito un'alternativa decisamente più veloce e di uguale resa.
Prova di copertina per il libro sul feltro. Ph: Giuseppe Pisacane
Dopo il mini-periodo cartapesta, sono stata conquistata dal tepore del feltro. 
All'inizio, una fatica dannata per reperirlo...trovavo pannolenci rigidi come zerbini, con colori improbabili e stomachevoli. Poi dopo una lunga ricerca, ho trovato il mio rivenditore del cuore.
Ho avuto la fortuna di essere contattata per fare un libro, su questo materiale...e davvero ricordo quel periodo, con una gioia immensa.

La fase cucito-creativo / art-journal, l'ho intrapresa condividendola, via blog, con molte di voi.
In mezzo a tutta questa discontinuità (o curiosità) creativa, ci sono state le perline, le doll's house, il periodo eco, quello shabby, la fase bijoux e la fase crochet...
Ora? Mah...ora...e chi lo sa, è tutta una sorpresa, anche per me.
Attendo di vedere da quale nuovo spiraglio creativo verrò baciata :-)

Intanto (che non c'entra un beato niente) posto queste 5 foto parigine, che scattò mio marito qualche anno fa. 
Così ci posso fare PIN sopra, ed inserirle nella mia straripante board di Pinterest!
Bellissima luce, su uno splendido skyline.

Negozio pink parigino, moooolto glamour!

Ape°car piena della qualsiasi, fuori dai cancelli del Louvre!

La boulangerie più fotografata di Parigi!

Ecco qui, questo flash-back formato Paris, datato 2008...
E uè, che cce volete fà...serata nostalgica e di revival. Mi vedo tanti film passare.
E vorrei che la vita, avesse i tasti dello stereo : play, rewind, ff...
Oggi, farei un bel rewind. 
E poi schiaccerei stop (per un bel tot) per riassaporarmi certi momenti lavorativi (e vacanzieri) bellissimi.
C'aveva ragione Al Bano: nostalgia canaglia!

40 commenti:

  1. Allora aspettiamo curiose la prossima ispirazione!eh...pure la curiosità è canaglia!bacini!^____^

    RispondiElimina
  2. .. è Paris.. Paris.. belle le foto di tuo marito!! Notando i tuoi Pin sui vestiti spero che sarai travolta dalla voglia di cucirti da sola gonne, giacche, vestiti e cappotti Elenosi.. belli!! Già me li immagino! Uno già lo vedo esposto nella vetrina del Pink shop di Paris!

    RispondiElimina
  3. ed è bello ogni tanto lasciarsi andare alla nostalgia e ripercorre al rallenty pezzi della propria vita...ed è stato bello leggere e vedere questa carrellata del tuo passato/presente...

    per chi decora (posso usare questo termine?) Barcellona è una grande fonte...Gaudì. Mirò....ma anche i suoni, i colori....davvero un sogno

    RispondiElimina
  4. Bei lavori, veramente, tutti quanti!!!
    Sei bravissima.

    RispondiElimina
  5. Ma come??? Tranquilla fata che per due settimane di post non ne faccio????
    L'ape car sembra la borsetta che mi porto dietro io in ogni occasione, piena della qualsiasi... e tra poco sbarco.
    Ti lascio con questa semplice minaccia perché stavo venendo solo a spegnere l'ambaradan e baracche e burattini. Domani seconda puntata sul tuo splendido post. No, a caldo. Questa sera il tuo mosaico di cui foto sopra ha riscosso enorme successo qui a casa nostra. è stato ammirato e rimirato dai nostri ospiti ed i bimbi ci hanno pure giocato alla roulette. elena fiore, una creatrice per bambine ed adulti di ogni età e per ogni stagione.

    RispondiElimina
  6. Elenita, l'ho sempre detto io, beata la donna che c'ha l'omo paziente, viaggiatore e con la station bagagliosa...
    Baci baci!

    RispondiElimina
  7. Ci fai desiderare i tuoi post..e poi ci ipnotizzi con la tua storia creativa!!
    Mi è piaciuto leggerti adesso mi è più chiaro tutto!! ...tu sei (e spero di non ricordare male)la creatrice che su Milleidee pubblicò i mini punta spille sui gusci di noce??? Mii!!! sei pazzesca!!
    xo Rosy!

    RispondiElimina
  8. Elena che dirti??? ho aperto il trabiccolo e sono tornata indietro nel tempo.
    Ti ricordo sulle pagine di una rivista veramente trendy, ti ricotdo con i mosaici e le carte.
    Sei stata la prima del mio primo post....
    lasciamo stare la magia di Parigi, Barcellona...
    sei sempre la prima, quando penso ad una bella persona conosciuta virtualmente.....non me ne vogliano le altre belle "ragazze"...ma sei come il primo amore......ci si pensa spesso.
    Un superbaciottone e complimentissimi tanti.

    RispondiElimina
  9. Elena carissima,
    ammiro questa capacità di esprimerti a pieno con qualsiasi tecnica intraprendi,
    si vede il gusto che provi mentre lavori,
    sei una creatrice libera che trasmette la gioia che ha nel cuore.
    Un bacione e buona domenica,
    Marina

    RispondiElimina
  10. che bello questo pezzetto di vita creativa! però devo alzare la mano... non ho mai fatto decoupage e adesso mi sento un tassello mancante!!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Siore e Siori, non perdetevi il mirabolante viaggio sulla macchina del tempo!
    Allacciate bene le cinture ché si parte per una viaggio che vi porterà nelle pieghe dello spazio, alla ricerca dei vostri ricordi più nascosti, alla scoperta di posti mai visti.
    Aprite bene occhi ed orecchie, perché vi arriveranno suoni e profumi che avete dimenticato.
    Venghino Siori, venghino, c'è spazio per tutti e se non ce n'è, ci stringeremo!!!
    Si parteeeeeeeeeeeee.

    Eu-spazio-tempo-lalia

    RispondiElimina
  12. Devo dire che più passa il tempo, più trovo in te affinità elettive. Teoriche, ovviamente, visto che sei il mio mito vivente più alla mano e simpatico che io conosca. Ma torniamo a noi. Anche io sono rimasta folgorata da barcellona, da quei mosaici così particolari e splendido che si scorgono dappertutto. Anche se poi visti da vicino, diciamocela tutta, non sono poi eseguiti così bene... Ho avuto anche i miei periodi "picassiani". Io ho esordito col punto a croce, poi mi sono data al decoupage, poi alle perle e perline, poi al cucito, anche se poi è tutto un mescolare di tecniche e materiali. In mezzo anche mosaici retro-lavandini, pittura (da imbianchino sulle pareti...), etc. etc. Il risultato è un'accozzaglia di materiali acquistati sull'onda dell'entusiasmo e accatastati uno sull'altro....

    RispondiElimina
  13. Perline e bottoniApr 15, 2012 01:25 AM

    Devo dire che più passa il tempo, più trovo in te affinità elettive. Teoriche, ovviamente, visto che sei il mio mito vivente più alla mano e simpatico che io conosca.
    Sante parole Paola!!!!
    Quoto al cento per cento!

    E poi leggo il commento delle altre amiche. Si, sei speciale. Una creatrice originale e bravissima, una personcina tutta d'un pezzo, leale, sincera, corretta. Sei rara e qusto si percepisce in tutto quello che fai!
    Non mollare MAI! Allenta se ne hai bisogno, ma non disperare, il mondo ha bisogno di bellezza e Zuzzytudine!
    Love, tua Bisly Raymond o Sandrocchia tua

    RispondiElimina
  14. mmm... la nostalgia canaglia spesso si accompagna alle fasi di transizione... chissà quale sarà il tuo prossimo amore creativo!?

    RispondiElimina
  15. Elenita sei troppo forte davvero!
    Ma quante idee sono passate per la tua testa...eh eh potrebbe essere un post scritto da me,mio marito ormai non ci fa piu' caso: una settimana vede per casa solo perline,un'altra carta pesta dappertutto (rigorosamente fatta da me e frullata col minipimer),un'altra sassi,legni e chissa' cos'altro e la prossima cosa sara'??? Lo sappiamo solo noi e le nostre testoline frenetiche!
    Baci baci x il bel post
    ( sai che i miei genitori x lavoro di papa' abitavano a Parigiiiiiiiiiiiiii? Poi sono nata io e sono tornati a casina in quel di milano.... Potevo essere una nikiparigina accidenti!!!!!)
    Bacioooooooo
    Niki

    RispondiElimina
  16. rossana mungai15 aprile 2012 13:45

    nostalgia canaglia-canaglissima!!!!!!!! ma… hai fatto e farai ancora delle cose bellissime
    ti abbraccio
    rossì

    RispondiElimina
  17. Ma come vorrei averti come vicina di casa per far 'pasticci' insieme nelle mezzore rubate al resto...

    RispondiElimina
  18. sei troppo carina... uhm... instabile mentalmente... non ci avevo mai pensato.. ma è un punto di vista..:DDD!!!

    complimenti per le tue passioni passate e presenti... chissà quelle future!!!
    baci clod

    RispondiElimina
  19. Cara Pippi del mio cuor. Come ti capisco! Io pure sono passata dalla fase "pittura su seta" a quella "mosaico", dalla fase "decoupage" a quella "pittura su vetro", dalla fase "bigiotteria" a quella "cucito", dalla fase "scrapbooking" a quella "acquerello", dalla fase "uncinetto" a quella "maglia". Questa sta durando un po', meno male... mio marito non mi capisce assolutamente e mi accusa di sperperare le finanze della famiglia in hobbies passeggeri, è una lotta quotidiana... ma che ci posso fare se sono così?

    RispondiElimina
  20. idem, adoro provare tutto...ma la fase decoupage non mi abbandona mai....tutto è buono per essere ricoperto!!!
    ciao Grazia

    RispondiElimina
  21. mi piace tanto il tuo blog,
    bacio,
    Simo

    RispondiElimina
  22. claudia caprara16 aprile 2012 10:12

    Elenita, che spettacolo!
    tutta la tua carriera condensata in un post, che farai poi? secondo me avrai già in mente millemila idee, e noi tutte non vediamo l'ora di vederle realizzate!

    spettacolo le ciotole con la cartapesta, fanno venire in mente l'estate!

    supersmack
    ClaudiaC

    RispondiElimina
  23. Ciao Elena,
    c'è sempre una evoluzione creativa.
    Si parte in un modo e man mano si scoprono altre attività creative.
    Mi piace molto la tua fase mosaico e cucito creativo.
    Ti abbraccio a presto DonatellaM
    PS, grazie per la mail, grazie per la visita al mio blog. Sei carinissima.
    Il prezzo del libro non è né troppo, né troppo poco, è giusto per il lavoro che hai fatto.

    RispondiElimina
  24. Ma si, ogni tappa serve e ha uno scopo. L'evoluzione porta sempre una parte del passato, del vissuto e lo trasforma in qulacosa di nuovo. In ogni cosa che hai fatto c'è la tua impronta inconfondibile, come lo sarà nel futuro.
    Sono curiosa, cara amica, di vedere la svolta :)
    Ciao,
    Goga

    RispondiElimina
  25. curiosare nel passato ci rende consapevoli e più forti, comunque sei sempre la migliore!!!

    RispondiElimina
  26. Quante creazioni, una più bella dell'altra!!! Viene voglia di scappare seduta stante dall'ufficio per andare a casa a dare sfogo alla creatività!

    RispondiElimina
  27. woow quanti bei ricordi che hai! passa a trovarmi sul mio blog mi farebbe piacere ciaoo http://danielainrosa.wordpress.com

    RispondiElimina
  28. Favoloso percorso, così stimolante e poliedrico (si dice?!) i tuoi lavori sono uno più bello dell'altro, nonostante tu abbia cambiato tecnica, sei rimasta coerente e fedele al tuo stile, come piacerebbe anche a me riuscirci!! Io mi annoio terribilmente a fare sempre le stesse cose...Un abbraccio di ammirazione,
    Kinà
    Ps. Parigi è sempre un incanto...

    RispondiElimina
  29. Mamma mamma.... a guardarci indietro sembriamo centenerie! Certo mio figlio 3 anni 1/2 gioca con le applicazioni del telefono, io a quell'età giocavo a ritagliare!! Come avanza il tempo, e quanto avanzano le tecnologie...
    Noi diventiamo nostalgiche, mentre i nuovi giovani guardano lontano verso il futuro!
    Mi sembra d'avere cent'anni, e che il piacere di tanti e diversi lavori creativi, non possano mai essere paragonati ad un'ora davanti al pc! Affondare le mani nella colla vinilica, le doll's house le perline e l'uncinetto... ecco per il mosaico avevo spaccato una decine di piastrelle ma ho mollato lì.
    Bhè, nessune è poliedrica come te, e nessuna ha la tua stessa capacità di cogliere nel segno, in ogniuna delle arti elencate!
    A proposito di rewind, andrebbe ripristinata la materia "economia domestica"... mi è capitato di incontrare giovanette neanche capaci di fare un pacchetto regalo...........
    oooohhh quando divago!
    Buona settimana di incontri Fatati....;)
    baci

    RispondiElimina
  30. è difficile a questo punto aggiungere qualcosa di originale..hanno già detto tutto in maniera + che esaustiva le bimbe sopra! ma allora mi metto in cima (o in coda) alla banda con bandierine, trombette e striscioni x ribadirti che sei BRAVA...nn ne sbagli una...via giù.. aggiungerei che "Sbanchi" proprio in fatto di originalità! bacioni schiocconi!

    RispondiElimina
  31. Bellissimo viaggio creativo: sul canovaccio della fantasia, tante tecniche ,tanto colore ...e mi sono trovata anch'io a ricordare quando alle elementari sognavo di diventare prof. di "applicazioni tecniche" ... di cosa?dirà qualcuno!!!
    Sei forte!
    Franca

    RispondiElimina
  32. è proprio vero!!! quasi tutte una volta o l'altra proviamo il decoupage...ma diciamo la verità mica ci basta!!! grazie sempre di esserci e di farci fare un mini viaggio nel tuo mondo!!! smack -ilenia-

    RispondiElimina
  33. Sai che è proprio bella questa retrospettiva?
    Seeenti, se facciamo una Mostra su 20 anni di Fioreproduzzzione a Palazzo Grassi, posso fare la Curatrice?
    :)))
    Forse preferivi il Castello Sforzesco, ehhh?

    RispondiElimina
  34. bellissimi ricordi ! bellissime creazioni, passate e future !
    anch'io cambio spesso di attività, ma non ho mai avuto il tuo genio...peccato ! Continua a stupirci per la gioia di tutte.
    baccetti !

    RispondiElimina
  35. Roma e Barcelona sono le mie città preferite...
    Pariggi, ne sono vicina e cosi ha perso la sua magia.

    RispondiElimina
  36. ...essere creativamente un po' instabile è molto divertente per me! anche io salto da un amore all'altro, ho sperimentato un sacco di tecniche, arti e intrugli e ogni volta perdo la testa.
    tanti buoni saltelli creativi cara elena :)

    RispondiElimina
  37. Ciao Elena, bello questo rewind nelle tue fasi creative passate, ne hai fatte di cose! E sempre favolose!
    Io devo averti "conosciuta" nella fase creativa del mosaico (su CREARE) perché anch'io passo da "un amore" all'altro, convinta che sia...quello giusto!
    Alla prossima...svolta!
    Simo

    RispondiElimina
  38. c'è sempre bisogno nel mondo e qui nel web delle idee frizzanti di Elenì!
    tra le varie cose di sei forse scordata il periodo idrofree, ma io essendo tua fan dalla prima ora non perdo un colpo ;D
    grande Elenì!

    RispondiElimina
  39. "Ape°car piena della qualsiasi, fuori dai cancelli del Louvre"

    ...ma che italiano è!?!? o.O

    RispondiElimina
  40. Per Caterina: è il mio italiano condito da slang :-)
    In questo blog si parla così...per tutto il resto ci sono "i salotti buoni" !
    Ma, a me, quelli annoiano mortalmente...

    RispondiElimina

Siete sempre molto gentili a venirmi a commentare, perché ora io quel tempo per farlo nei vostri blog, non ce l' ho più e me ne dispiaccio. Per cui il sapere che i vostri commenti siano disinteressati, e non mirati ad avere risposte in cambio nel proprio blog, dà ancora più valore al tempo che mi dedicate. Grazie di cuore. elenita